sebina, you, sebinayou, opac, catalogo, servizi, biblioteca, utente, BinP, Polo regionale del Veneto, Treviso, Belluno, Venezia

Servizio Bibliotecario Nazionale
Polo regionale del Veneto

L'uomo che fermò Hitler : la storia di Dimitar Pesev che salvò gli ebrei di una nazione intera

Nissim, Gabriele

1998

Abstract
Quella che Nissim racconta in questo libro è una delle storie meno conosciute e più straordinarie del genocidio ebraico e della seconda guerra mondiale. Nel marzo 1943, allorché si diffonde la notizia che Hitler ha chiesto al regime bulgaro di cominciare il rastrellamento degli ebrei, Peshev è vicepresidente del Parlamento. Le operazioni sono già iniziate e molti ebrei si trovano nei campi di raccolta per essere avviati ai campi di sterminio, quando Peshev decide di intervenire e di fermare la deportazione.. - Nel marzo del 1943 Dimitar Pesev, informato da alcuni amici dell'imminente deportazione dei 48.000 ebrei bulgari, con un'iniziativa temeraria costrinse re Boris III e il governo a dare ordine che i treni diretti ad Auschwitz non si muovessero dalle stazioni di partenza. Fu cosí l'unica personalità di rilievo in una nazione filotedesca a combattere contro i nazisti e a salvare gli ebrei bulgari.