sebina, you, sebinayou, opac, catalogo, servizi, biblioteca, utente, BinP, Polo regionale del Veneto, Treviso, Belluno, Venezia

La chiesetta di S. Eustachio in Valle di Canzoi tra storia e leggenda

Rech, Marco

Articolo/Saggio Breve - 2000

Fa parte di
El campanon : rassegna di Feltre e del suo territorio
Abstract
Della chiesa di S. Eustachio si hanno notizie nel Libro Visitationis del vescovo Rovellio del 1585, già allora era descritta come ormai pericolante. In effetti la chiesa non è più visibile, l'ipotesi è che sia stata definitivamente distrutta e i materiali riutilizzati per la costruzione di altri edifici. La leggenda invece narra che la chiesa sia sprofondata nel terreno, portando con sè i profanatori e dando vita ai tre laghetti che lAu si trovano. Le due versioni della leggenda attribuiscono lo sprofondare della chiesa a un omicidio per gelosia ivi avvenuto durante un matrimonio nella stessa e ad un episodio di blasfemia avvenuto nella stessa. La zona in dialetto è detta San Stach, cognome diffuso localmente.